Non faccio più lo spadaccino con il mistero per infilzarlo

Scritta: 13 Gennaio 2004

Lo vedo dall’agilità ritornata, dalla voglia di affrontare il lampo prima ancora che sia nato, dalla forza in cerca di qualcosa da affrontare, che mi ha lasciato intatto l’esattezza del delirio. Ma ormai ho rivoltato oceani di ombre, Ho sfidato il fantastico sfuggente, e il fantastico splendente, Ho seguito orme invisibili, Insomma ne ho fatte di cotte e di crude.…


Non sono mai stato così tanto nella sera

Scritta: 11 Febbraio 1998

Non sono mai stato cosi tanto nella sera. Ogni degradare di quiete ogni sorgere di luna, ogni sorgere di alba sui crinali dei monti, sono io. Posso sentirmi nella sera come la sera, posso anche morire come la sera, sposando la notte come un orco, senza battere un alito. Può sorgere dove vuole la luna, come vuole brillare. Può oscurarsi…


Sapore di sera spezzata

Scritta: 5 Febbraio 2006

Sapore di sera spezzata Mi serve per capire la credulità amara d’amore Una chiarezza divina sopra il sentimento più oscuro Non ho amato bene Ma ho sognato essere  parte vera di in un amore vero Io vengo da un alba in cui scattavano prima le tristezze e l’avvenire si affrontava a colpi di anima all’aperto a colpi di giovinezza contro…


Tutti i fenomeni del vento nel tepore della luce

Scritta: 28 Marzo 2004

Tutti i fenomeni del vento nel tepore della luce, La primavera fa capricci di chiarezze imbronciate, anch’io ho capricci di ragno fiero, nella solitudine. Si afflosciano le seduzioni nella loro maturità. Perché fare invecchiare le disperazioni per far fiorire il mistero? Il destino è fatto di pietra per precipitare meglio, e per sfuggire alla brezze che tentano di trattenerlo. Ma…


Io che pensavo di spaccare tutto a colpi di sottile giovinezza

Scritta: 9 Maggio 2013

Io che pensavo di spaccare tutto a colpi di sottile giovinezza Diciamo pure a colpi di genialità sfrenata perché era proprio così Ora mi ritrovo nelle fiabe scarne ma penetranti della vecchiaia Nelle semplici parole che non avrei mai creduto venissero a premiarmi Eh si il vizio di vivere si è bevuto ogni altro maledetto vizio Per fortuna ho questo…


Quante ne avrei di meraviglie

Scritta: 2 Maggio 2013

Quante ne avrei da dire di meraviglie immaginate dal fondo delle mie esclusioni Sono quelle che mi rintronano di convinzioni più incantevoli di ogni ragione Della sensualità trattenuta nei suoi slanci che ricadevano più snelli dentro di me Ora non c’è superficie della terra e del tempo in cui non fiorisca una mia quiete del momento Dunque dalla mia provincia…


The earliest fancy in the earliest melancoly's shadow

Scritta: 26 Aprile 2013

Life seemed to me the first time like a bunch of dawns It seemed a bunch of evenings who went for a walk together A footstep behind the other in the circle of a pink quiet A laying each other words and a glad move away with no appointment with lovers or misunderstandings It happen to me too see life…


Fa viso ora la calma

Scritta: 2 Aprile 2013

Anche oggi qualche raggio senza chiedere il passato mi illumina fa viso ora la calma e sento rivincite che forse non lo sono più A momenti il mondo si allarga troppo provo la gioia delle disinvolture negate dall’infanzia essere il muscolo umile che scatta sempre al bisogno di tutti raschio dal mondo la freschezza che respira inconsapevole. Mi mancano gli…


Se riesco a guardare avanti come si deve

Scritta: 3 Luglio 2006

Se riesco a guardare avanti come si deve Senza voltarmi indietro Tutto quello che non mi sono voltato A guardare indietro Mi da una spinta amorevole Di nostalgie ammirevoli


If I succeed in looking before as it is owed

Scritta: 2 Luglio 2006

If I succeed in looking forward as it is owed Without turning backward all that I have not turned to look backward is just giving me a loving push of admirable nostalgias


‹ First  < 2 3 4 5 6 > 
Login




Effettua il login o registrati.